Un diario nella Storia

Attilio Iori racconta, attraverso un diario scritto in prima persona, la sua terribile esperienza di prigioniero della Germania nazista.

Catturato assieme ad altre migliaia di soldati italiani a Lubiana, Slovenia, l’8 Settembre 1943, venne immediatamente deportato in Germania.
Fu inquadrato come IMI, Internato Militare Italiano, per poi essere sfruttato come lavoratore forzato dall’industria bellica nazista.

Il diario, attraverso gli occhi e la matita di un ragazzo di poco più di 20 anni, descrive lucidamente l’esperienza della prigionia di Attilio e di come lui ed una parte degli IMI vennero sfruttati nella produzione dei motori aeronautici Daimler Benz, dapprima nello stabilimento di Genshagen/Ludwigsfelde vicino Berlino e poi in quello ricavato all’interno delle miniere di gesso di Obrigheim- nella valle del Neckar – nel progetto dal nome in codice A8 Goldfisch.

La sua odissea finì il 27 Aprile 1945, dopo 598 giorni di privazioni, umiliazioni, turni di lavoro estenuanti, fame e soprusi.


Sulle Orme di Nonno

Ad oltre 70 anni di distanza da quegli eventi, la nipote di Attilio, Alessia Iori, seguendo le orme lasciate dal Nonno, giunge al memoriale di Neckarelz, dove avviene un incontro straordinario ed indimenticabile.

Da quel momento le pagine del diario di Attilio ritrovano forza ed allo stesso tempo pace: il loro cammino è finito, l’energia ed il coraggio spesi per  scrivere  quelle  righe  si trasformano in qualcosa di nuovo…

 

One comment

  1. complimenti Alessia… hai fatto un lavoro speciale e straordinario che restituisce alle molte persone, soldati come Attilio, che hanno vissuto il dramma della deportazione una memoria sepolta e che è importante disseppellire. E’ una parte della storia che conosciamo poco e speriamo che il tuo lavoro possa essere letto e magari rappresentato teatralmente qui a Castel Madama.

    Anacleto Lauri

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...